nonnonuvola

Vai ai contenuti

Menu principale:


La nuova  Europa
E’ il vento che a volte fa musiche bizzarre
come una grande ala  ci si infila in un treno
che contrasta con i destini di certe vite.
Ecco se puoi  pensa a me che sono vivo
anche se mi credono morto , prega per me
anche se ora  la musica batte
sulla ruota della mia bici batte sul tempo che passa.
Io mi arrabbio a volte con chiunque
non ci difenda, con chiunque mi dica
è ora che tu ti debba fermare.
Ecco  ora  il mio volto a volte delirante
su quest’aria di battaglia,  
ricordi immutati ,  che  portiamo nei  nostri figli,
nuove generazioni,  che si battono
per la nuova Europa.
E’ il vento che  scivola sulle mie spalle
nemmeno  dietro ingenui pensieri
neanche un attimo su voci riverse
nell’effluvio di pensieri e movimenti
sulla forza del destino.  


Sulle strade imbrecciate
sulle bandiere oscillanti
sul mio cuore che non si abituerà mai
sulle  luci soffuse di un giorno nuvoloso.
Eri un granello
nell’oblio e nel vento e nel cielo
un piccolo uomo come segno
in un foglio.
Ora sei immenso come il  gioco della vita
ecco tutto sembra un gioco  
eppure  viene dalle nostre radici.
nella tua  semplicità  che era  stare in
mezzo alla gente,
Ora è immenso amore
e basta un  istante  un millesimo di secondo
e tutto cambia il tempo cambia
eppure malgrado tutto in un istante
ti sei trasformato da granello a gigante.
E ora oscilli al vento sopra questo immenso
lago della vita che stiamo attraversando in bici per te.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu